Prezzario dei Lavori della Toscana 2024

Data

4/12/2023

Categorie

News

La Regione Toscana, con Delibera di Giunta regionale n. 1384 del 27/11/2023, ha approvato il Prezzario dei lavori della Toscana - anno 2024, di concerto con il Provveditorato Interregionale alle Opere pubbliche della Toscana, Marche e Umbria.

Il Prezzario è valido dal 1 gennaio 2024 e cessa di validità al 31 dicembre del medesimo anno, ma può essere transitoriamente utilizzato fino al 30 giugno dell’anno successivo per i progetti a base di gara la cui approvazione sia intervenuta entro tale data, intendendosi che il bando di gara o la lettera d’invito del progetto, validato ed approvato, siano pubblicati o spediti entro il 30 giugno 2025.

Il prezziario 2024

È possibile consultare, esportare e stampare gratuitamente e senza necessità di registrazione il Prezzario dal sito dati.toscana.it

In particolare dal sito prezzariollpp.regione.toscana.it, selezionando l'anno e la provincia di interesse, si potrà visualizzare e scaricare l’intero Prezzario (cliccando sulla freccia verde in alto a destra) nei formati disponibili per l'esportazione (doc, xls, pdf, xml, csv). Si invita ad un’attenta lettura della guida breve all’utilizzo del Prezzario pubblicata nella sezione Comunicazioni ed informazioni al medesimo link. Nella stessa sezione è presente la scheda per proposte e suggerimenti delle voci pubblicate.

Il prezzo di riferimento è calcolato a partire dai dati e dalle informazioni acquisite, attraverso metodologie analitiche ripercorribili, ed è parametrato alla media semplice dei prezzi rilevati, ad eccezione di specifiche tipologie di prodotti caratterizzati dalla presenza di dati anomali, spesso dovuti alla mancata indicazione della scontistica da parte degli informatori contattati. Pertanto nei capitoli relativi agli inerti, ai calcestruzzi, ai conglomerati bituminosi, ai prodotti per verde ed arredo urbano, ai prodotti per le opere agricole e forestali, alle prove geotecniche di laboratorio: terre e terreni ed alle prove di laboratorio sui materiali edili e da costruzione, il prezzo di riferimento, quando ritenuto anomalo, è stato parametrato alla media escluso il prezzo massimo. La norma prevede infatti che, quando i dati raccolti sono caratterizzati da una elevata dispersione o dalla presenza di valori anomali, possono essere utilizzati indicatori sintetici alternativi, arrivando a prevedere l’eliminazione dei dati che presentano anomalie.

Le novità

Tra le principali novità si segnalano, oltre l’inserimento delle prove geotecniche di laboratorio su terre e terreni, delle prove di laboratorio su materiali edili e da costruzione, della bonifica da ordigni esplosivi residuati bellici, degli impianti antincendio, del trattamento dell’acqua e distribuzione dell’aria, l’introduzione della tabella del costo medio orario degli impiegati dipendenti da imprese del settore dell'edilizia ed attività affini e da cooperative per le figure di restauratore, assistente restauratore e responsabile di cantiere di restauro, l’ampliamento delle voci relative al capitolo dei lavori di restauro, come gli interventi su stucchi strutturali, stucchi decorativi, elementi lignei, pietra e murature ed alcune analisi per i saggi, utili alla verifica preventiva su aree di interesse archeologico.

Le stazioni appaltanti del territorio sono tenute a utilizzare questo Prezzario ai sensi e per i fini di cui all'articolo 41 comma 13 del nuovo Codice dei Contratti pubblici (Dlgs. 36/2023). In particolare per i contratti relativi a lavori, il costo dei prodotti, delle attrezzature e delle lavorazioni è determinato facendo riferimento ai prezzi correnti alla data dell’approvazione del progetto riportati nel Prezzario. Inoltre il Prezzario continua ad essere, nel rispetto delle norme vigenti, uno degli strumenti da utilizzare da parte della committenza privata ai fini dell’asseverazione della congruità dei costi massimi delle opere per le quali il soggetto privato intenda richiedere incentivi statali attraverso gli strumenti della cessione del credito e dello sconto in fattura. Come per le precedenti edizioni, i prezzi delle Opere Forestali e delle Opere Agricole possono trovare applicazione anche in caso di concessione ed erogazione di contributi pubblici, nei termini e nelle modalità stabilite dagli atti che li disciplinano.

Informazioni

Per qualsiasi necessità, informazione e/o chiarimento è possibile scrivere a: prezzariollpp@regione.toscana.it

Condividi su

Newsletter

Ricevi news dall'Ordine degli Architetti e rimani aggiornato sulle ultime novità.