26 dicembre 2023 - 1 gennaio 2024

Rassegna stampa locale a tema architettura

Data

1/1/2024

Categorie

Rassegna stampa

Ex Gkn

Su La Nazione del 28 dicembre si legge: “‘La sentenza del Tribunale del lavoro di Firenze conferma la correttezza delle posizioni della Fiom-Cgil e il comportamento antisindacale della controparte dall’inizio della vertenza. Ed è la riconferma di quanto già accaduto con l’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori contro Gkn che ha visto il reintegro determinato per rimediare a un ingiusto licenziamento collettivo’: è questo il commento di Michele De Palma, segretario generale della Fiom-Cgil e Daniele Calosi, segretario generale della Fiom-Cgil di Firenze Prato e Pistoia, alla sentenza che ha scongiurato i licenziamenti dei 185 lavoratori ex Gkn oggi Qf. Una sentenza arrivata sul filo di lana e firmata da Anita Maria Brigida Davia, lo stesso giudice che nel settembre 2021 fermò i licenziamenti per la prima volta”.

Del Re

Su Repubblica del 28 dicembre si legge: “E venne il giorno della spaccatura nel Pd. Attesa, ma ora ufficiale. Cecilia Del Re lascia il partito e lancia una sua lista civica in vista delle elezioni. Ma non solo, i suoi tre fedelissimi consiglieri (Piccioli, Di Puccio e Calistri) abbandonano il gruppo dem, insieme a 12 eletti di quartiere (secondo il Pd sono appena 5) e creano il gruppo ‘Firenze Democratica’. Con la candidata sindaca Sara Funaro che invita al ripensamento lanciando un messaggio di apertura. A questo punto la maggioranza in Palazzo Vecchio scricchiola. I dem ora sono in 15 più il sindaco, più i 2 consiglieri della Lista Nardella. Il Consiglio comunale è formato da 36 membri. Anche se i tre hanno detto che garantiranno l’appoggio sul programma di mandato. Ma intanto è già partito il tentativo di aprire un dialogo con un paio di nomi delle opposizioni: tra questi Michela Monaco e Andrea Asciuti del Misto ed Emanuele Cocollini del Gruppo Centro”.

Castello

Su Repubblica del 29 dicembre si legge: “Castello, the end. O forse no. Forse come in quei film in cui dopo i titoli di coda salta fuori la sorpresa c’è da attendersi altro sui leggendari terreni del nord ovest fiorentino, i 150 ettari aldilà del viale 11 Agosto su cui da 35 anni si cimentano le classi dirigenti della città. Il contenzioso tra Unipol e Palazzo Vecchio si chiude segnando una svolta notevole. Ma è la nuova pista dell’aeroporto di Peretola, i cui lavori potrebbero partire a primavera 2024, che ora si mette di mezzo. Altri mesi di incognita possono ora scattare. Dopo 4 anni di ricorsi al Tar, messe in mora e richieste di risarcimento danni Unipol Sai ha firmato ieri con Palazzo Vecchio la nuova convenzione urbanistica sull’area, ponendo contestualmente fine al duro contenzioso andato fin qui in scena”.

Condividi su

Pagine correlate

Qui puoi trovare la rassegna stampa delle ultime settimane

    Newsletter

    Ricevi news dall'Ordine degli Architetti e rimani aggiornato sulle ultime novità.