Rassegna stampa 7 - 13 maggio 2024

Le notizie della settimana a tema architettura nell'area fiorentina.

Data

13/5/2024

Categorie

Rassegna stampa

Stadio Franchi

Sul Corriere Fiorentino del 7 maggio si legge: “‘La tregua, che aveva portato il neo direttore generale viola Alessandro Ferrari a firmare la nuova convenzione in cui si specificavano i tempi dei lavori per il Franchi e che sarà valida per la prossima stagione, pare già finita. E i sorrisi complici tra Commisso e Nardella di una settimana fa al Franchi in occasione della semifinale col Bruges sembrano già un ricordo. Il presidente della Fiorentina, prima di salire sull’aereo che lo riporterà a New York e pochi giorni dopo la visita del candidato del centrodestra Eike Schmidt al Viola Park, torna all’attacco. Un affondo che a Palazzo Vecchio preferiscono per ora non commentare anche se traspare un certo stupore visto che durante la breve permanenza dell’imprenditore italo-americano gli incontri erano parsi cordiali. E invece la posizione del club viola è di tutt’altra natura visto che arriva a evocare non meglio specificate richieste danni e azioni legali”.

Superbonus

Sul Corriere Fiorentino del 9 maggio si legge: “Un miliardo di euro: è la stima dell’ammontare complessivo dei crediti ‘incagliati’ generati in Toscana dallo stop imposto alla possibilità di chiedere lo sconto in fattura e di cedere il credito fiscale derivante dal Superbonus. La stima è stata formulata durante i lavori della prima commissione consiliare che ha elaborato una proposta di legge, adottata martedì a larga maggioranza dal Consiglio regionale, in base alla quale le partecipate della Regione potranno acquistare dalle banche i crediti fiscali generati da Superbonus, Sisma bonus e Ecobonus, con l’obiettivo di dare ‘un po’ di fiato’ ai cittadini e alle piccole imprese rimasti col cerino in mano”.

Tramvia Firenze

Su La Nazione del 9 maggio si legge: “Per la nuova linea della tramvia, la Variante al Centro storico, che collegherà la fortezza con San Marco, manca pochissimo: si tratta di sei fermate attese dai cittadini con una lunghezza di circa 2,5 chilometri. Nelle intenzioni del Comune c’è quella di inaugurare la tramvia con l’inizio dell’anno scolastico. Intanto una data da segnare sul calendario è il 26 maggio: ci sarà infatti il primo viaggio tecnico del tram sulla Vacs fino a piazza San Marco. E per l’occasione, come annunciato dal sindaco uscente Dario Nardella, in quella data sarà anche inaugurata la prima fermata di viale Lavagnini a Beppe Matulli, politico e intellettuale e soprattutto ‘padre’ della prima linea”.

Tar su affitti brevi

Su Repubblica del 10 maggio si legge: “Niente da fare. Chi si aspettava una decisione sul ricorso contro la delibera urbanistica di Palazzo Vecchio, passata in Consiglio comunale il 2 ottobre scorso, sugli affitti turistici brevi, con il divieto di destinare a tale scopo nuovi immobili nell’area Unesco, non può che essere rimasto deluso. Il Tar toscano si è infatti riservato di decidere al termine della udienza di merito. Ricorsi che sono stati promossi da un gruppo di soggetti che include Codacons, Confedilizia, Property Managers Italia, Apartments Florence, ClearBnb, Colony Capital, Etesian e altre persone fisiche”.

Condividi su

Pagine correlate

Qui puoi trovare la rassegna stampa delle ultime settimane

Newsletter

Ricevi news dall'Ordine degli Architetti e rimani aggiornato sulle ultime novità.