20 - 26 febbraio 2024

Rassegna stampa locale a tema architettura

Data

26/2/2024

Categorie

Rassegna stampa

Incidente nel cantiere di via Mariti a Firenze

Il commento della Federazione Architetti Toscani

Su La Nazione del 20 febbraio si legge: “‘Massima economia significa massimo rischio. Fretta significa possibilità di avere problemi. E quando si parla di vite umane tutto ciò è inaccettabile. Il messaggio della Federazione Architetti PPC Toscani (FAT) in relazione ai terribili fatti di via Mariti è chiarissima. La Federazione riunisce gli Ordini degli Architetti provinciali di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e Siena e la firma al documento unitario è affidata ai presidenti Antonella Giorgeschi, Andrea Crociani, Stefano Giommoni, Marco Niccolini, Fabio Nardini, Roberto Del Sarto, Serena Zarrini, Lulghennet Teklè, Anna Bianco. La parte iniziale del documento è per esprimere ‘le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime, e la Fiat si unisce nel sostegno ai feriti’. Ma il ragionamento sui cantieri diventa incisivo nel passaggio successivo: da FAT si fa sapere che ‘in attesa di conoscere i risultati delle indagini, è importante essere consapevoli che la ricerca della massima economia nel processo edilizio, attraverso l’assegnazione di appalti al massimo ribasso, la contrazione dei tempi di esecuzione ed il ricorso indiscriminato al subappalto, non solo non rende più efficiente il procedere dell’opera, ma aumenta in maniera esponenziale i rischi per la sicurezza dei lavoratori’. La sicurezza è imprescindibile”.

La proposta di Padre Bernardo

Su Repubblica del 21 febbraio, oltre alla notizia del recupero del quinto cadavere, si legge: “‘Condivido la posizione di padre Bernardo. Sarebbe bello potesse nascere un’area verde. Chiederò a Esselunga di vedersi’ dice a metà pomeriggio l’assessora all’educazione e al welfare Sara Funaro. ‘Facciamoci un parco’, ribadiscono da sinistra. La domanda, ‘Cosa fare di quel cantiere di cemento?, l’aveva lanciata ieri padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte, su Repubblica. Aveva parlato dei numeri dei morti sul lavoro come ‘bollettini di guerra’, che ‘segnalano un aspro combattimento tra le ragioni del profitto, della fretta, dello sfruttamento e quelle, spesso perdenti o tragicamente sconfitte’ della tutela della sicurezza”.

Stadio Franchi

Su La Nazione del 21 febbraio si legge: “I lavori per la rimozione del vecchio tabellone luminoso in curva Ferrovia hanno preso il via ieri. Il Comune ha avviato il cantiere senza alcun annuncio, conferenza stampa o evento ufficiale, per rispetto della tragedia di via Mariti. Ed è per questo che il sindaco Dario Nardella si recherà allo stadio Franchi per verificare come procedano le prime opere di restyling, nei prossimi giorni. La previsione, si fa sapere dall’amministrazione, è concludere questa fase propedeutica entro metà marzo, dopodiché inizieranno i lavori del corpo principale dell’appalto affidato a Cobar di Bari e Società Appalti Costruzioni di Roma”.

Corte dei Conti

Sul Corriere Fiorentino del 23 febbraio si legge: “I giudici definiti della sezione regionale toscana della Corte dei Conti nel 2023 sono stati 309, con 93 sentenze di condanna e 15 sentenze di assoluzione, e un ammontare delle condanne in materia di responsabilità di 11,39 milioni di euro. I dati sono stati resi noti nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario contabile 2024. I giudici di conto pendenti al primo gennaio 2023 erano 116, e al 31 dicembre dello stesso anno 24; rispettivamente 146 e 151 invece i giudizi di responsabilità pendenti. Al primo gennaio 2023 risultavano pendenti 37.093 conti giudiziali, mentre al 31 dicembre ne risultavano da definire 49.767”.

Condividi su

Pagine correlate

Qui puoi trovare la rassegna stampa delle ultime settimane

    Newsletter

    Ricevi news dall'Ordine degli Architetti e rimani aggiornato sulle ultime novità.